Efficienza energetica

Controllo Termico

L’isolamento del fabbricato viene concepito come un cappotto continuo interno alle strutture che, con continuità, avvolge l’edificio anche al di sotto delle proprie fondazioni e lo copre con uno strato coibente dimensionato alle reali esigenze climatiche del luogo. L’utilizzo di un particolare blocco-cassero in legno/cemento permette agli elementi perimetrali esterni di assolvere contemporaneamente a molteplici funzioni: strutturale, termo-isolante, igro-regolatrice e fono-assorbente. L’isolamento contro terreno e di copertura viene affidato a strati coibenti opportunamente giuntati al blocco-cassero di cui sopra per evitare qualsiasi situazione di “ponte termico”. Una discontinuità nell’isolamento, quale appunto il “ponte termico”, nella prestazione qualitativa di un edificio, risulta molto più rilevante di una carenza di cappotto. Terrazze ed aggetti, ovvero gli elementi maggiormente critici di una struttura tesa al risparmio energetico, vengono limitati per numero e dimensioni ed opportunamente isolati con disgiuntori termici o “incamiciati” con piccoli spessori di materiali coibenti (tecnica con la quale si permette lo slittamento delle curve isoterme verso le porzioni più esterne della muratura). Spallette ed architravi di porte e finestre esterne vengono protette con pannelli isolanti posti a sormonto dei telai e giuntati con gli strati coibenti del blocco-cassero; in tale maniera viene impedita la formazione di muffe lungo i profili interni dei serramenti stessi.

Controllo Igrometrico

Umidità superficiale e muffe rappresentano uno dei maggiori problemi che possono affliggere tutti gli edifici di nuova generazione: le recentissime costruzioni, fortemente sigillate allo scopo di limitare le dispersioni per ventilazione, nel rispetto della normativa energetica vigente, tendono al loro interno ad accumulare elevati tassi di umidità relativa, soprattutto in corrispondenza degli angoli tridimensionali o dietro eventuali arredi. In qualsiasi edificio la presenza di vapor acqueo e la mancanza di ventilazione possono facilitare, sulle superfici interne poste a sormonto di discontinuità geometriche, la formazione di colonie fungine; per questo motivo, oltre a rinforzare termicamente ogni possibile “ponte termico”, il gruppo COEB COSTRUZIONI propone per i suoi alloggi un sistema di ventilazione meccanica controllata capace di purificare l’aria interna in assenza di dispersioni termiche per ventilazione. Un ricambio d’aria costante, svincolato dall’apertura manuale e saltuaria dei serramenti, mantiene gli ambienti sani e privi di sostanze nocive, deumidifica le stanze in maniera naturale e, grazie all’utilizzo di uno scambiatore di calore (che permette all’aria viziata in uscita di pre-riscaldare quella pura in entrata) contribuisce al risparmio energetico dell’unità.